×

Attenzione

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1
Le istruzioni che seguono hanno il solo scopo di fornire una metodologia di lavoro che si è rivelata efficace avendo una buona manualità ma pochi mezzi a disposizione.
Alcuni passaggi, come la foratura e l'incollaggio dei ripiani, potrebbero essere eseguiti in maniera differente a seconda degli strumenti disponibili.
L'obiettivo dovrebbe essere quello di incollare e forare i ripiani nel minor numero possibile di passaggi in modo da limitare al massimo i difetti di allineamento.
Tutte le quote fisse del progetto e le viste di dettaglio si trovano all'interno della sezione "Progetto e Componenti".
 
     

La prima operazione da compiere consiste nel tracciare, su una delle tre tavole che comporranno il ripiano superiore, i quattro punti in prossimità degli spigoli.

Una volta segnati vi andrà praticato un foro cieco che ospiterà la testa del dado a ragno posto sulla tavola inferiore.
E' sufficiente una profondità di pochi millimetri.

 
     
Utilizzare la punta Forstner per eseguire questa fresatura.
Non è richiesta una precisione estrema ed anzi il diametro della punta può essere tranquillamente aumentato di qualche millimetro in modo da compensare eventuali disallineamenti.
 
     

Una volta fresato il primo pannello andranno incollate tra loro le altre due tavole che comporranno il ripiano superiore.

Dopo aver cosparso un lato di colla ed averle sovrapposte allineandole al meglio, andranno morsate e lasciate immobili per 24h.

Più viene eseguito con attenzione questo passaggio e meno ci sarà da lavorare in seguito per rifinire i bordi.

 
     

Aspetto da tenere in considerazione è sicuramente il peso e gli ingombri della struttura, tali da rendere di difficile manipolazione il tutto.

E' importante piazzare le tavole su di un supporto che le sollevi dal piano di lavoro quel tanto che basta a consentire il successivo inserimento dei morsetti.

 
     
Si prosegue con la prima tavola del ripiano inferiore.
In maniera del tutto simile a quanto fatto in precedenza andranno segnati i quattro punti in prossimità degli spigoli ma in questo caso andrà praticato un foro passante che ospiterà il dado di bloccaggio.
 
     
Il foro può essere eseguito sempre con la punta Forstner, tenendo sott'occhio la velocità di rotazione e di discesa per non bruciare l'interno dell' MDF.  
     
     
Anche in questo caso andranno incollate tra loro le altre due tavole che comporranno il ripiano inferiore, con la stessa procedura utilizzata per le tavole del ripiano superiore.  
     

Completata la fase di preparazione si passa alla foratura principale dei ripiani, che sarà attraversata dalla barra filettata e dal tubo in Poliuretano.

Il consiglio è sempre quello di poggiare i ripiani uno alla volta su di un supporto che li sollevi quel tanto che basta ad inserire i morsetti.

Una volta sovrapposte al meglio e morsate le tavole, andranno tracciati i soliti quattro punti in prossimità degli spigoli.
A questo punto bisognerà procedere ad una prima foratura passante ed una successiva fresatura su ognuno dei quattro punti.

 
     

Per essere il più precisi possibile è fondamentale che tutti i ripiani, oltre ad essere morsati saldamente tra loro, siano al tempo stesso morsati al piano di lavoro a cui sarà vincolato anche il supporto a colonna per trapano.
In questo modo si renderà tutto solidale e si ridurranno al minimo i difetti di allineamento dei fori.

Procedere un angolo per volta, effettuando prima il foro passante per tutto lo spessore delle quattro tavole e successivamente, cambiando solo la punta e senza spostare il supporto a colonna del trapano, eseguire la fresatura per lo spessore delle prime tre tavole.

Per entrambe le lavorazioni possono essere utilizzate normalissime punte elicoidali per legno ma anche in questo caso, visto lo spessore complessivo, è necessario monitorare la velocità di rotazione e di discesa per evitare di bruciare l'interno dell' MDF.

 
     

A questo punto è possibile procedere all'incollaggio finale dei ripiani.


Per il ripiano superiore prendere la coppia di tavole che presentano i due fori di diametro differente, quindi posizionare i quattro dadi a ragno nei fori più stretti ed incollare il ripiano con i fori ciechi in corrispondenza dei dadi.

 
     
Se è andato tutto bene i dadi a ragno saranno piuttosto ostici da inserire perché i fori più stretti presenti su questa coppia di tavole dovrebbero risultare della misura esatta del collo filettato mentre, il lato opposto, dovrebbe avere i fori con diametro pari a quello del tubo in poliuretano e quindi più largo.  
     

Il ripiano inferiore si completerà semplicemente incollando tra loro le tavole rimaste.

A questo punto è possibile procedere alla rifinitura di entrambe le parti.

 

Per poter inserire un commento è necessario effettuare il Login.